Seleziona una pagina

Parrocchia San Bernardo Abate

Ogni comunità parrocchiale è chiamata ad essere luogo privilegiato dell’ascolto e dell’annuncio del Vangelo, casa di preghiera raccolta intorno all’Eucaristia, vera scuola della comunione…

Papa Francesco

LA STORIA

La Chiesa di San Bernardo venne costruita con il borgo, dopo la distruzione del borgo di Santa Maria di Viurso da parte dei Francesi nel 1639. Questo antico borgo era addossato alle vecchie mura di fortificazione della città di Carmagnola e quindi ritenuto pericoloso per un eventuale attacco del nemico alla città. Quando venne deciso di abbatterlo parte degli abitanti fondarono borgo San Bernardo e un’altra fazione, il borgo di San Michele. Furono recuperati dalle rovine una Madonna in legno (conservata nella chiesa di borgo San Michele) e alcune tele raffiguranti santi e apostoli e parte del mobilio della sacrestia.

La parrocchiale di borgo San Bernardo risale al 1640; venne iniziata il 3 dicembre, con atto rogato dal notaio Giacomino Oddono, e inaugurata nel 1642. È situata nella parte più alta dell’abitato, in posizione si potrebbe dire privilegiata, e la sua facciata imponente e caratteristica è subito visibile a chi giunge al borgo dalla città di Carmagnola.

Il sacro edificio, in stile barocco piemontese, è a tre navate chiuse in fondo dall’alta tribuna della cantoria dove, ogni domenica convenivano, fino ad alcuni decenni fa i confratelli della Santissima Trinità detti i “Batù rus”.

La costruzione ha subito negli anni diversi lavori di ampliamento. Nel 1859 si eseguì l’ampliamento e l’abbellimento di tutta la chiesa. Si rifece la volta della sacrestia e si provvide all’inargentatura di tutti i vasi sacri. Nel 1877 venne sensibilmente prolungata l’abside di quattro metri e spostato l’altare maggiore. 

Nel 1886 venne installato il nuovo organo dalla ditta Bossi e Vegezzi di Torino. In seguito, nel 1928, venne ripulito e aggiustato dalla ditta Dal Molin.

Nel 1933, in occasione della festa patronale, venne inaugurata la nuova facciata dipinta dal prof. Antonio Rolando. Nel maggio 1934 si iniziò la decorazione della chiesa, sempre a cura del prof. Rolando e si eseguirono le necessarie riparazioni. La chiesa venne consacrata il 27 agosto 1936 dal Card. Fossati.

Sul lato sinistro del presbiterio venne realizzata nel 1957, su progetto dell’architetto Felice Bardelli, una grande cappella riservata inizialmente ai giovani e agli uomini.

Nel 1987 si è restaurata la facciata della chiesa ad opera del pittore Sandro Montagna.

Dal 2017 sono iniziati i lavori di restauro dei dipinti, dell’interno della chiesa, ricoperti negli anni Sessanta del Novecento da uno strato di grigio. In questi ultimi mesi sono anche ritornati alla luce i dipinti del prof. Rolando e molti affreschi originari della chiesa del ‘600 e del ‘700.

IL PARROCO

Don Giovanni Manella è nato a Torino il 14 agosto 1981; cresciuto a Settimo Torinese nella Parrocchia San Pietro in Vincoli, dopo aver conseguito il diploma di maturità classica è entrato nel Seminario Maggiore di Torino nel settembre del 2000 e ha frequentato gli studi presso la Facoltà Teologica dell’Arcidiocesi; terminati gli studi con il baccellierato in Teologia è stato ordinato sacerdote il 17 giugno 2006. E’ stato vicario parrocchiale nelle parrocchie Santa Maria Maggiore di Poirino, Gesù Redentore in Torino e Santa Maria della Scala in Chieri. Dal 27 settembre 2014 è parroco delle parrocchie San Bernardo Abate e Santi Michele e Grato in Carmagnola e dal 16 settembre 2017 anche della parrocchia San Giovanni Battista.

Testimoni di speranza

Rinnovo del voto all’Immacolata

Concerto di Pasqua

Esercizi spirituali 2020

Settimana Santa 2020

Conversazioni lungo la strada 2020

Consiglio Pastorale Parrocchiale

Catechismo

Gruppo Anziani e Pensionati

Coro e Cantoria

Catechesi battesimale

Pastorale 0-6

Gruppo Famiglie

Chierichetti

Gruppo Liturgico

Compagnie di San Giuseppe e Santa Marta

Unità Pastorale

Unità Pastorale Giovani

Caritas

Gruppo di appoggio al SERMIG

Gruppo Genesi

Compagnia dei Cordai